.
Annunci online

 
Lasegretariaperfetta 
[Cave Felis!] In questa casa anche il gatto è nervoso... [Leggere attentamente le avvertenze e le modalità d'uso]
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  MI IMPICCIO DI...

AKAI (Una collega)
CJNZJA
DISASTRO
DUCHESNE
ELASTIGIRL
FAIRYDAWN
FAIRYVISIONS
IL BLOG DI ELLE
LE MALVESTITE
LOUISE
LUI & LEI
MAMMA DA POCO
MAMMA PER SBAGLIO
MICOL
NETTUNO
PASSEROTTA
SASKHA
TALISSIA
VALKIRIA
  cerca



(Jump - Madonna)

*****



*****




"E' una delle grandi difficoltà della vita indovinare ciò che una donna vuole"
(Italo Svevo)

*****



"Perdona i tuoi nemici ma non dimenticare mai i loro nomi..."
(John Fitzgerald Kennedy)

Da quando ho letto questa frase 15 anni fa su una smemoranda non l'ho più dimenticata... ed è diventata uno dei miei "famosi" motti...

*****



"L'essenziale è invisibile agli occhi"
(Antoine de Saint-Exupery)

*****



"Amare non significa guardarsi l'uno con l'altra, ma guardare ambedue, insieme, nella stessa direzione"
(Antoine de Saint-Exupery)

*****

"Forse non siamo capaci di amare
proprio perchè desideriamo essere amati,
vogliamo qualcosa dall'altro invece di avvicinarci a lui senza pretese e volere solo la sua semplice presenza"
(Milan Kundera)



*****
"Chi se fa l'affari sua campa cent'anni!"
Da ricordare bene, se necessario scriverlo da qualche parte... Quindi ecco qua... Un altro dei miei "famosi" motti...



*****


"Est-ce ma faute si je trouve partout de bornes? [...]
Je cherche un bien inconnu dont l'instinct me poursuit"
(Michel de Montaigne)

*****


Ciò che penso del genere umano potrebbe essere così riassunto:



"Quando Dio ha fatto l'uomo e la donna non li ha brevettati. Così da allora qualsiasi imbecille può fare altrettanto."
(George Bernard Shaw)

"Soltanto l'inutilità del primo diluvio trattiene Dio dal mandarne un secondo."
(Nicolas de Chamfort)

"Non bisogna giudicare Dio da questo mondo, perchè è soltanto uno schizzo che gli è riuscito male."
(Vincent Van Gogh)

"
Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi."
(Albert Einstein)



*****



Chi semina raccoglie,
ma chi raccoglie si china...
... e a quel punto è un attimo...

*****

La tool è tratta da un disegno di Tadahiro Uesugi.
Altre tool interessanti le trovate qui: vale la pena fargli una visita!



*****



*****

DISCLAIMER
Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha, comunque, carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. I commenti anonimi e/o offensivi saranno cancellati. Alcune foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarmi per chiederne la rimozione.

 


Heracleum blog & web tools


 

Diario | Le mie ricette | Ridere fa buon sangue... | Cosa accade? | Fregature | Sfoghi | Dovevo fare la shampista | Pillole di Angel | Prima o poi mi sposo (forse) | Scappo dalla città... | Benvenuti al lazzaretto | Convivenza | Da grande farò la ciclista | Deliri da un matrimonio | Dory | Gnomo in arrivo... | Il karma è avverso | In fuga dalla città | I matrimoni degli altri | La collega dei caffè | La collega logorroica | La sindrome di Becky Bloomwood | Me sta a partì l'embolo | Muff | Nata stanca | Non mi annoio mai | Segni particolari | Serate mondane | Sono in forma: tondo è una forma | Una vacanza da dimenticare | Week end |
 
Diario
1visite.

5 giugno 2008

Riflessioni e punti interrogativi

 

Da un po’ di giorni sono scazzata e nervosa, mi sento stanca e prosciugata.
Sono stata capace di passare un’intera giornata sul divano davanti alla tv a guardare niente.
E mi è aumentato il rodimento al pensiero di aver sprecato del prezioso tempo libero.
Sono giorni di tanto tanto lavoro e di continue riflessioni.
Sono poco predisposta al dialogo e, soprattutto, all’ascolto.
Mi sono rotta di sentire sempre le stesse cose e ripetere sempre le stesse cose.
Mi sono rotta di sentire stronzate e discorsi totalmente fuori dalla realtà.
E mi sono rotta di sentire lagne e lamentele.
Il mio ex si sposa.
Continua a sollecitare un mio commento da 4 giorni.
Non riesco a dirgli niente, cosa dovrei dire? Auguri? Congratulazioni?  O forse dovrei chiedergli se davvero vuole sposare una che ha la personalità e il cervello di una pianta, una che finge di non vedere le corna che ha?
Così non ho detto nulla, ho letto l’sms e sono rimasta come una scema, con un grosso punto interrogativo sulla testa.
Quando avrò metabolizzato l’informazione forse gli risponderò.
Nel frattempo penso ad un altro discorso fatto nel week end.
Si è parlato di lavoro, di figli, di scelte di vita.
Mi sono sempre chiesta da cosa derivi la mia scarsa stima per le donne che scelgono di restare a casa a crescere i figli invece di dividersi tra lavoro e famiglia.
Mi è sempre sembrata una scelta di comodo, fatta da donne che non hanno voglia di lavorare o non sono in grado di gestire due situazioni così faticose.
E mi sono chiesta “se io avessi la possibilità di stare a casa, se Angel guadagnasse abbastanza da permettermi di non lavorare, che farei? Sarei una di quelle che mollano il lavoro per crescere i figli passo passo? Non è che forse la mia è solo invidia per quelle donne che possono permettersi di non correre tutto il giorno e che possono dedicarsi totalmente alla famiglia? Non è che sto applicando la storia della volpe che non arriva all’uva?”
No.
Dopo tante riflessioni ho capito una cosa: non sopporterei il fatto di non avere un’indipendenza economica, di non poter comprare qualcosa quando e come decido io, di dover chiedere i soldi a qualcuno.
Mi sentirei male. Mi sentirei male al pensiero di spendere dei soldi guadagnati da qualcun altro, mi sentirei male al pensiero di non essere totalmente indipendente.
Liberatami da questo peso posso finalmente affermare che io continuerei a lavorare e ribadisco di rispettare (poco) e comprendere (affatto) chi fa una scelta diversa da questa.
Il pensiero che ci sono donne che lavorano per occupare il tempo nell’attesa di sposarsi e fare figli mi fa rabbrividire.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Week end Introspezioni

permalink | inviato da Lasegretariaperfetta il 5/6/2008 alle 15:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa

30 maggio 2008

Arrivare a me

(Uno scambio di sms con un’Amica mi ha fatto rendere conto che sono una merda. Un’egoista, sfuggente e asociale. Lei non mi ha detto questo, anzi. Sono io che lo dico. Perché è così. Davvero è difficile “arrivare” a me? Perché faccio sentire così le persone? Perché senza accorgermene alzo un muro lasciando solo qualche piccolo spiraglio qua e là? Quasi come se facessi fatica a “concedermi”. Mi ha fatto riflettere questa cosa… perché me ne accorgo io stessa ma non riesco a correggerla. Amo da lontano, sono insofferente verso i rapporti quotidiani. Ma non vorrei mai che qualcuno soffrisse di questo, non è una cosa personale nei confronti delle persone che mi circondano. Sono solo io, un’egoista, sfuggente, asociale e “inarrivabile”. Ma amo da lontano. Non me ne vogliate).


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. introspezioni

permalink | inviato da Lasegretariaperfetta il 30/5/2008 alle 13:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

16 maggio 2008

Insoddisfazione castrante

 

Ma il venerdì non dovrebbe essere una giornata lavorativamente tranquilla?
No, perché io sto correndo da quando ho messo piede in ufficio…
Il tempo fuori fa schifo, il cielo è grigio e le previsioni non promettono niente di buono, questa primavera ci sta facendo sospirare. Avevano detto che sarebbe stata una primavera “tiepida” ma qui sembra novembre!
Stasera Angel dovrebbe fare una notturna in bici, me la faccio prendere bene anche se sono terrorizzata: di sicuro la prima buca è la sua.
Spero che torni a casa intero…
Dal canto mio sono serena, ho adottato questa visione zen del mondo e lascio fare, del resto, tanto, non posso fare altrimenti.
Provateci voi a contestare un Acquario, è una battaglia persa.
E allora penso “fai un po’ come ti pare”.
E mi chiedo: non sarà che non avere niente da fare ci rende castranti nei confronti del partner?
Non sarà che quando stiamo bene con noi stessi riusciamo a lasciare più libertà anche agli altri?
O forse la mia è solo una sana (mica tanto) rassegnazione?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Introspezioni Angel

permalink | inviato da Lasegretariaperfetta il 16/5/2008 alle 12:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

21 marzo 2008

Non chiamate "Chi l'ha visto".

 

Non ne posso più.
Dico davvero.
Se non avete più mie notizie vuol dire che sono scappata in qualche paradiso tropicale, ho aperto un chiosco sulla spiaggia e vivo ogni giorno a modo mio.
Non venitemi a cercare.
Buona Pasqua a tutti…

11 febbraio 2008

Dovevo restare a letto...

 

Ci sono giorni in cui ti alzi e ti rendi conto che proprio non ti va di andare in ufficio.
Proprio non ti va di dare retta a tutto e tutti, di iniziare una nuova settimana, di ascoltare, di parlare e di essere gentile.
Ecco, in quei giorni uno dovrebbe restare a letto e continuare a dormire.
Di certo è quello che avrei dovuto fare io questa mattina.
Invece no. Sono venuta in ufficio.
A fare cosa non lo so perché il capo non c’è e le telefonate che ricevo mi innervosiscono da morire.
Ho perfino smesso di rispondere e guardo l’orologio facendo mentalmente il conto alla rovescia che mi separa dalla libertà.
Sto sbadigliando da almeno un paio d’ore, lo stomaco mi da fastidio da ieri e sono in attesa di capire se questa maledetta varicella mi colpirà oppure no.

Ieri siamo stati a pranzo dalla famiglia del ragazzo di mia sorella, una bella giornata (anche per mio nonno che, verso le 17.30, se n'è uscito candidamente con un "vabbè, io mi sono stufato, andiamo a casa?").
Ho conosciuto la prossima passione – tormentone – di Angel: la WII.
Avete presente quel videogioco interattivo dove si comandano i movimenti da un aggeggio che si tiene in mano e che manda un segnale alla tv? Ecco, quello.
Mi hanno costretta ad un incontro di boxe: il mio avversario era a terra k.o. prima della fine del primo round. Quanta rabbia repressa…
Mi hanno convinta a fare una partita di tennis, in cui il dolore alla spalla mi ha ricordato il motivo per cui ho smesso di giocare e, infine, mi hanno incastrato in una partita di bowling in cui ho segnato il record… modestamente… sono proprio una donna sportiva.
Carino comunque, se non fosse per il costo (259 euris) un pensierino ce lo potrei anche fare…
In questo momento mi prude tutto… guarda un po’ che non mi sono infettata eh…

2 gennaio 2008

Quasi pronta per ripartire

 

Ho iniziato l’anno nuovo svuotando armadi.
No, non quelli di casa, quelli dell’ufficio.
Devo far posto all’archivio del nuovo direttore generale e sto cercando di organizzarmi.
Però almeno sto facendo qualcosa di utile e questo mi da soddisfazione.
Le ferie sono trascorse piacevoli e veloci, non mi posso lamentare.
Ho scoperto che il mio bioritmo naturale è un po’ diverso da quello a cui sono obbligata durante le giornate lavorative: sveglia non prima delle 10 e nanna non prima dell’una…
Eh, in pratica quando lavoro dormo più di un’ora in meno rispetto al mio fabbisogno giornaliero.
Mi fa strano pensare che Natale sia passato, l’ho aspettato tanto e adesso sembra che sia scivolato via… come il Capodanno. Premesso che io odio la serata di Capodanno dal profondo del cuore, quest’anno sembra essere arrivata e passata senza colpo ferire, non brutta o noiosa ma niente di speciale, sarebbe potuta essere una serata come tante altre passate con gli amici (a parte le macchie nere che i botti hanno lasciato sul mattonato in gres dei nostri gentili ospiti… nota per me: non permetterò mai che si festeggi capodanno a casa mia)
Angel dice che in questi giorni sono strana.
Non sono “strana”, sono semplicemente serena… sarà che lui è abituato a vedermi stressata, stanca e nervosa… non mi riconosce in questa veste zen.
Io invece spero che duri il più possibile anche se ci credo poco.
Il week end è praticamente già organizzato tra pranzi, cocktail e giocate a carte e poi si ricomincia davvero.
Gambe in spalla perché prevedo che in questo 2008 ci sarà da correre parecchio…

21 dicembre 2007

Una nuova "avventura"

Ho un nuovo capo.
Ho ufficialmente ritrovato una collocazione professionale.
La proposta del marketing è sfumata perché, a detta del responsabile, “sei troppo sveglia, i vertici non hanno voluto mollarti
Seh, come no.
Seguiranno dei corsi appositi per imparare a dire queste stronzate?
Comunque da oggi sono ufficialmente la segretaria del direttore generale… e da domani sono in ferie.
No, non sono pazza, è che da domani l’azienda resta chiusa fino al 2 gennaio.
Grazie a Dio.
Ho proprio bisogno di riposo… tanto.
L’umore oggi è pessimo e non so spiegarmene il motivo, non credo sia per i 3 kg che devo perdere (ancora prima delle abbuffate natalizie!), non credo sia per la multa che sicuramente mi hanno fatto questa mattina e non credo che sia per il telefono che continua a squillare all’impazzata.
Non so, so solo che sono in uno stato d’ansia davvero pesante.
Ho bisogno di dormire.
E basta.
Buon Natale e tutta la blogsfera!

14 dicembre 2007

Riprendo a respirare

 

Sono certa che vi starete chiedendo come procede la situazione in ufficio (ve lo state chiedendo VERO???)
Va meglio.
Sono più serena e la mattina mi sveglio meno incazzata.
Ho smesso di fare il bastian contrario perché tanto non ne ricavavo nulla e adesso va meglio.
Oggi poi che la collega è in ferie va alla grande, non devo neanche fingere di lavorare e posso aggiornare il blog in santa pace.
Sono convinta che quando mi sente battere freneticamente sulla tastiera si chieda a chi mando tutte queste e-mail.
Magari è convinta che io lavori tantissimo.
O magari pensa che chatti.
Chissà se quando vado in bagno – quelle 15/20 volte al giorno – si mette a curiosare nel mio computer… credo di no, mi sembra una persona corretta, un po’ psicopatica ma corretta.
Almeno spero.
Comunque oggi sono di ottimo umore: è venerdì, è arrivata la tredicesima, fuori c’è il sole, sono riuscita a fare benzina e stasera andremo a cena qui con degli amici.
Sì, oggi sono proprio di ottimo umore.
La vita è bella.

sfoglia
maggio        luglio