.
Annunci online

 
Lasegretariaperfetta 
[Cave Felis!] In questa casa anche il gatto è nervoso... [Leggere attentamente le avvertenze e le modalità d'uso]
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  MI IMPICCIO DI...

AKAI (Una collega)
CJNZJA
DISASTRO
DUCHESNE
ELASTIGIRL
FAIRYDAWN
FAIRYVISIONS
IL BLOG DI ELLE
LE MALVESTITE
LOUISE
LUI & LEI
MAMMA DA POCO
MAMMA PER SBAGLIO
MICOL
NETTUNO
PASSEROTTA
SASKHA
TALISSIA
VALKIRIA
  cerca



(Jump - Madonna)

*****



*****




"E' una delle grandi difficoltà della vita indovinare ciò che una donna vuole"
(Italo Svevo)

*****



"Perdona i tuoi nemici ma non dimenticare mai i loro nomi..."
(John Fitzgerald Kennedy)

Da quando ho letto questa frase 15 anni fa su una smemoranda non l'ho più dimenticata... ed è diventata uno dei miei "famosi" motti...

*****



"L'essenziale è invisibile agli occhi"
(Antoine de Saint-Exupery)

*****



"Amare non significa guardarsi l'uno con l'altra, ma guardare ambedue, insieme, nella stessa direzione"
(Antoine de Saint-Exupery)

*****

"Forse non siamo capaci di amare
proprio perchè desideriamo essere amati,
vogliamo qualcosa dall'altro invece di avvicinarci a lui senza pretese e volere solo la sua semplice presenza"
(Milan Kundera)



*****
"Chi se fa l'affari sua campa cent'anni!"
Da ricordare bene, se necessario scriverlo da qualche parte... Quindi ecco qua... Un altro dei miei "famosi" motti...



*****


"Est-ce ma faute si je trouve partout de bornes? [...]
Je cherche un bien inconnu dont l'instinct me poursuit"
(Michel de Montaigne)

*****


Ciò che penso del genere umano potrebbe essere così riassunto:



"Quando Dio ha fatto l'uomo e la donna non li ha brevettati. Così da allora qualsiasi imbecille può fare altrettanto."
(George Bernard Shaw)

"Soltanto l'inutilità del primo diluvio trattiene Dio dal mandarne un secondo."
(Nicolas de Chamfort)

"Non bisogna giudicare Dio da questo mondo, perchè è soltanto uno schizzo che gli è riuscito male."
(Vincent Van Gogh)

"
Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi."
(Albert Einstein)



*****



Chi semina raccoglie,
ma chi raccoglie si china...
... e a quel punto è un attimo...

*****

La tool è tratta da un disegno di Tadahiro Uesugi.
Altre tool interessanti le trovate qui: vale la pena fargli una visita!



*****



*****

DISCLAIMER
Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha, comunque, carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. I commenti anonimi e/o offensivi saranno cancellati. Alcune foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarmi per chiederne la rimozione.

 


Heracleum blog & web tools


 

Diario | Le mie ricette | Ridere fa buon sangue... | Cosa accade? | Fregature | Sfoghi | Dovevo fare la shampista | Pillole di Angel | Prima o poi mi sposo (forse) | Scappo dalla città... | Benvenuti al lazzaretto | Convivenza | Da grande farò la ciclista | Deliri da un matrimonio | Dory | Gnomo in arrivo... | Il karma è avverso | In fuga dalla città | I matrimoni degli altri | La collega dei caffè | La collega logorroica | La sindrome di Becky Bloomwood | Me sta a partì l'embolo | Muff | Nata stanca | Non mi annoio mai | Segni particolari | Serate mondane | Sono in forma: tondo è una forma | Una vacanza da dimenticare | Week end |
 
Fregature
1visite.

18 aprile 2008

Catene...

Sono stata incatenata da SleepingBlizzard (a proposito… grazie eh!?)
 
REGOLAMENTO:
- Indicare il link di chi vi ha coinvolti
– Inserire il regolamento del gioco sul blog
– Citare 6 cose che vi piace fare e perché
– Coinvolgere altre 6 persone
– Comunicare l’invito sul loro blog.

1) Mi piace dormire e sognare perché nei sogni posso fare ed essere qualsiasi cosa
2) Mi piace mangiare, sperimentare in cucina e preparare manicaretti per le persone a cui tengo, organizzare una bella tavola e chiacchierare davanti ad un piatto e un bel bicchiere di vino
3) Mi piace immergermi nella natura, baciata dal sole, con il profumo dell’erba nelle narici, che sia andando in bici o semplicemente passeggiando
4) Mi piace viaggiare, vedere posti nuovi e fare tante, ma taaaante foto
5) Mi piace addormentarmi addosso ad Angel, aggrappata a lui come fossi un koala, con la testa sulla sua spalla circondando il suo petto con un braccio e mettendo una gamba tra le sue
6) Mi piace fare shopping, soprattutto sulle bancarelle, mi da più gusto.

Ora, dopo avervi tediato con le cose che mi piacciono, incateno (non me ne vogliate):
Pennyred, Saskha, Lei, Conte, Cantantessa, La sindrome della commessa.

Buon divertimento… O_________o




permalink | inviato da Lasegretariaperfetta il 18/4/2008 alle 11:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

12 febbraio 2008

Que serà, serà...

 

Sabato sera per fare una cosa diversa - e per far pesare meno ad Angel il fatto di non essere usciti - ho preparato la bourguignone.
Una cosa carina, una cena particolare...
Ora.
A parte il fatto che la carne fritta mi si è riproposta per le 24 ore successive… MAI PIU’ dentro casa.
Dopo 3 giorni c’è ancora l’odore di fritto radioattivo che la sera mi da il bentornato a casa.
Con tutto che la mattina, prima di venire in ufficio, tengo aperte tutte le finestre portando la temperatura interna a 15° e rischiando una polmonite.
Per il resto mi viene da ridere per non piangere.
Pare proprio che questo viaggetto a Barcellona non si debba fare.
Ieri Angel è andato in bici con un suo collega e ha pranzato a casa sua con la sua famiglia… nel pomeriggio hanno scoperto che forse la figlia di questo collega, una bimbilla di 4 anni, ha la scarlattina (!!!)
Che dire… non possiamo fare altro che aspettare e vedere che succede…
Dite che se prendo varicella e scarlattina insieme ho qualche possibilità di sopravvivere?

6 febbraio 2008

Con la spada di Damocle sulla testa

 

E’ tutto ok.
Lunedì mattina abbiamo prenotato il viaggio a Barcellona con un’altra coppia di amici.
E lunedì sera ho saputo che la nipotina di Angel ha la varicella.
Merda.
Io l’ho vista, baciata e coccolata giovedì!
Ma è tutto ok.
Il contagio inizia due giorni prima della comparsa delle bolle… ergo, dovrei averla scampata.
Quindi è tutto ok.
Almeno spero.
In ogni caso a metà febbraio saprò se mi sono beccata una delle malattie che mi terrorizzano di più.
Certo che culo eh? Che tempestività.
Non faccio un viaggio da due anni e il giorno stesso in cui prenoto scopro che potrei passare quei giorni a letto ricoperta di bolle pruriginose anziché in giro per Barcellona… che culo… ma è tutto ok.
Stanotte ALIEN ha pianto, strillato e grugnito per un’ora intera, giuro, l’ho cronometrato.
Fossi nei genitori avrei già chiamato un esorcista, e che è???
Dopo un’ora i genitori hanno avuto pietà dei vicini e hanno spostato il pargolo strillante da sopra le nostre teste al – presumo – salone.
Il che ci ha permesso di riaddormentarci.
Certo che se volevo passare le notti in bianco ne facevo uno mio…


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. viaggi sfiga bimbilli

permalink | inviato da Lasegretariaperfetta il 6/2/2008 alle 13:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

14 dicembre 2007

La mia banca è differente...



Lunedì scade il termine per il pagamento dell’ICI.
Dal momento che le poste sono già stracolme, stamattina, seguendo il consiglio di mio padre (“ma pagalo in banca! Sei matta a fare la fila alla posta??”) e convinta di fare una genialata, mi sono organizzata per andare in banca.
A parte il fatto che la mia filiale ha cambiato indirizzo (sì, beh, me l’avevano comunicato ma non posso mica ricordarmi tutto!), a parte il fatto che ho girato come una dannata per trovare la nuova sede tra gli innumerevoli sensi unici, a parte il fatto che l’allarme della porta continuava a suonare costringendomi ad uno streap tease quasi completo… a parte tutto questo, alla fine riesco ad entrare.
In mano ho il portafoglio e i bollettini postali (ammetto che un piccolo dubbio nel frattempo mi era venuto…)
Il tipo allo sportello guarda i bollettini e alla mia richiesta di pagare l’ICI sopprime un sorrisetto – ma io l’ho visto benissimo – e mi fa notare che per pagare l’ICI in banca devo compilare il modello F24.
Che roba è? Se magna?
Con nonchalance gli chiedo allora questo modello e lui con un sorrisetto perfido me lo porge avvertendomi che non mi potrà aiutare perché c’è la fila dietro di me e lui è impegnato.
Embè? Non c’è problema, non ho mica bisogno d’aiuto io!
Prendo in mano il modello F24 e lo guardo.
Lo giro, lo riguardo.
Non ci si capisce niente.
Valuto che per capire come compilarlo tutto potrei metterci dalle 2 alle 3 ore…
Torno dal tipo allo sportello e con mesta rassegnazione gli restituisco il suo bel modello F24…
Certo che mio padre poteva anche avvertirmi!
Decido saggiamente che, dal momento che ormai ho fatto tardi in ufficio, tanto vale risolvere la questione.
E quindi alla fine vado alla posta.
Dieci minuti di fila e l’ICI è bello che pagato…
Ho perso più tempo a cercare la mia banca che a fare tutto il resto.
Ma va a cagher, va!

Ah! P.s. Qualcuno aveva per caso dei dubbi rispetto al fatto che alla posta a pagare l’ICI sarei andata io???


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Caro papà

permalink | inviato da Lasegretariaperfetta il 14/12/2007 alle 10:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

16 maggio 2007

Voglio fare la valigia



Da buon sagittario quale sono amo viaggiare.
Perché se è vero che non amo uscire la sera è vero anche che adoro passare le giornate a camminare in posti che non ho mai visto, fare fotografie e scovare ristorantini caratteristici.
Quindi ciclicamente mi prende la smania di partire, fare la valigia e – possibilmente – imbarcarmi su qualche aereo.
Ma alle brutte mi va bene anche la macchina e qualche posto più vicino.
Stamattina mi sono capitate sotto mano le offerte di un’agenzia viaggi vicino al mio ufficio.
Tre giorni a Barcellona.
Oppure a Parigi.
Il budget non è un problema, in fondo il mese scorso ho preso la gratifica.
E poi ho troppa voglia di partire e cambiare aria.
Pago io.
Chiamo Angel per proporgli la cosa ma mi smonta subito dicendo che non è sicuro di avere le ferie a fine giugno.
Sgrunt.
Ok, mettiamo per il momento da parte il week end con viaggio aereo.
Provo a cercare qualcosa di vicino dove si può prenotare solo l’albergo.
Mi viene in mente Firenze, l’abbiamo vista entrambi ma un po’ troppo di corsa e, soprattutto, non insieme.
Sì, Firenze potrebbe andare, vicina è vicina e poi non costerà più di Barcellona o Parigi no?
E invece sì.
Scelgo l’albergo, niente di pretenzioso, un 3 stelle (di meno no eh!) in centro, guardo l’orario dei treni, faccio due conti e… mi costa di più andare a Firenze con il treno che a Barcellona con l’aereo!
E’ assurdo, questa cosa mi lascia basita.
Come può essere che spendo di più ad andare a 300 km da casa che a 1.000?
Non mi capacito.
Eppure è così.
E non è la prima volta che a conti fatti salta fuori questa cosa.
Per questo sono sempre andata in vacanza all’estero con pacchetti viaggio completi.
La vecchia solfa del “resto in Italia così risparmio” ormai non funziona più…
Sai che faccio? Quasi quasi me ne vado in agriturismo in totale relax…


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Viaggi

permalink | inviato da il 16/5/2007 alle 13:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

15 marzo 2007

Senza filtro

Mi sento attanagliata dall’ansia, non riesco a stare ferma e non riesco a concentrarmi.
Non capisco il perché.
O meglio, una vaga idea ce l’avrei.
Stamattina ho sentito mia madre.
Io non so perché, nonostante tutto l’amore che provo per lei, riesce sempre a farmi agitare.
Ha una dote innata per farmi innervosire e per riversare su di me le sue preoccupazioni. Ed io, ovviamente, scema come sempre le assorbo come una spugna.
Niente di nuovo insomma, tutto come al solito.
Ma come farà?
Non che io sia questo esempio di giovane donna zen ma lei riesce a tirare fuori la parte più ansiosa di me e ‘sta cosa proprio non riesco a mandarla giù.
State pur tranquilli che se c’è qualcosa nell’aria mia madre me lo fa capire mentre mi dice con una male interpretata tranquillità “è tutto a posto…” 
Seeeeeeeeee ormai è un libro aperto.
Ed io, ovviamente sempre più scema, invece di fare la vaga che finge di crederci e non pone altre domande, indago. Sempre. E lei non aspetta altro!
Giuro, la senti dall’altra parte del telefono che freme per raccontarti tutto, anche quello che SA che tu non vorresti sapere.
Ehhh la mamma… la mamma ti legge nel pensiero, intuisce il tuo stato d’animo guardandoti negli occhi, ascoltando come le dici “ciao”, alla mamma non sfugge nulla… peccato che la mamma si senta in dovere di renderti partecipe di tutto quello che le passa per la testa, senza selezione e senza filtro. Grazie mamma per voler sempre condividere tutto, ma proprio tutto, con la tua “spalla”. Eh. Son cose belle. E soprattutto rilassanti.




permalink | inviato da il 15/3/2007 alle 15:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

19 gennaio 2007

L'illusione del Grande Fratello

Come ogni anno è ripartito il Grande Fratello.
La pretesa sbandierata è quella di riprodurre all’interno della casa una microcomunità che rappresenti la realtà del paese. In pratica un campione rappresentativo (?!)…
A me non sembra proprio.
Hanno buttato dentro una russa, una spagnola e una slovena a rappresentare l’integrazione e fin qui niente da dire (più o meno).
Hanno inserito ragazzi di varie regioni (anche se prevalgono i romani) e anche qui niente da ridire (più o meno…)
La cosa che mi ha lasciato perplessa però è – ancora una volta, come tutti gli anni – il livello culturale dei ragazzi della casa. Stamattina ho dato un’occhiata alle loro schede: l’ignoranza prevale come sempre.
C’è una percentuale spropositata di ragazzi (4 uomini e 1 donna) che ha solo la licenza media e la percentuale di soggetti con un diploma di laurea (2 donne) è estremamente bassa rispetto al campione.
In un mercato del lavoro estremamente competitivo come quello attuale in cui, nonostante la laurea non sia più in grado di garantire un lavoro, il percorso scolastico tende ad allungarsi sempre di più, mi riesce molto difficile credere che ci siano così tanti giovani poco istruiti.
Ergo, non credo assolutamente che il campione rappresenti la realtà italiana.
Ma forse mi sto facendo dei “problemi” inutili, probabilmente la produzione non ha cercato di creare un campione ma si è solo preoccupata di scegliere personaggi che avrebbero attirato più audience possibile (le bonazze della casa ne sono un esempio lampante). Ma se è così… perché non hanno messo qualche tipetto per far lustrare gli occhi anche a noi femminucce?????? Facciamo anche noi parte dell’audience, siamo sempre trascurate da questo punto di vista!
Visti gli ignoranti che popoleranno la casa per 93 giorni (e che ci riproporranno per mesi come una minestra riscaldata infinite volte) non potevano infilarci anche un bel ragazzo – magari pure con la licenza elementare, chissenefrega – che facesse sangue a tutte noi donnine???




permalink | inviato da il 19/1/2007 alle 10:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

3 luglio 2006

Da oggi dieta.

Ho deciso: da oggi si inizia la dieta.
E non lo dico solo perché oggi è lunedì e il lunedì – si sa – va di moda iniziare qualcosa. Lo dico perché riconosco che ultimamente mi sono abbuffata come un coccodrillo affamato e ora mi sento gonfia, pesante e strizzata nei miei pantaloni preferiti… E non va bene. (Tralasciando il fatto che siamo in estate e dovrei anche essere terrorizzata dalla famigerata “prova costume”…)
Quindi da oggi BASTA ciambellone (Angel dovrà farsene una ragione, non posso invaccare per far mangiare lui), BASTA maionese, salsa barbecue e affini, BASTA tutto quell’alcool la sera (lo devo ridurre un pochino, è necessario per la linea oltre che per il fegato), BASTA burro e quantità industriali di olio per cucinare… e BEN VENGANO tante tante verdure, frutta, condimenti leggeri, pesce, etc…
Che poi in realtà, a parte i morsi della fame, quando sono a dieta mi sento proprio meglio fisicamente… Il fatto è che con Angel non è facile riuscire a cucinare sano e leggero… Mmmmm la vedo dura.
Comunque.
Da stasera in cucina campeggerà - di nuovo - fiero il mio ormai famoso “conta calorie”, quello che consulto prima di mettere in bocca qualsiasi cosa…
Con buona pace di Angel.



Regole base della dieta dissociata
Si basa su 5 regole base:
1 - Non mangiare carboidrati con proteine e frutti acidi durante lo stesso pasto
2 - Mangiare verdura, insalata e frutta come parte principale della dieta
3 - Mangiare proteine, amido e grassi in quantità limitata
4 - Mangiare grano integrale evitando alimenti raffinati e processati, come cibi a base di farina bianca, zucchero e margarina
5 - Far intercorrere un intervallo di almeno 4 ore / 4 ore e mezza tra pasti di tipo differente.

Vedremo...




permalink | inviato da il 3/7/2006 alle 12:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio