.
Annunci online

 
Lasegretariaperfetta 
[Cave Felis!] In questa casa anche il gatto è nervoso... [Leggere attentamente le avvertenze e le modalità d'uso]
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  MI IMPICCIO DI...

AKAI (Una collega)
CJNZJA
DISASTRO
DUCHESNE
ELASTIGIRL
FAIRYDAWN
FAIRYVISIONS
IL BLOG DI ELLE
LE MALVESTITE
LOUISE
LUI & LEI
MAMMA DA POCO
MAMMA PER SBAGLIO
MICOL
NETTUNO
PASSEROTTA
SASKHA
TALISSIA
VALKIRIA
  cerca



(Jump - Madonna)

*****



*****




"E' una delle grandi difficoltà della vita indovinare ciò che una donna vuole"
(Italo Svevo)

*****



"Perdona i tuoi nemici ma non dimenticare mai i loro nomi..."
(John Fitzgerald Kennedy)

Da quando ho letto questa frase 15 anni fa su una smemoranda non l'ho più dimenticata... ed è diventata uno dei miei "famosi" motti...

*****



"L'essenziale è invisibile agli occhi"
(Antoine de Saint-Exupery)

*****



"Amare non significa guardarsi l'uno con l'altra, ma guardare ambedue, insieme, nella stessa direzione"
(Antoine de Saint-Exupery)

*****

"Forse non siamo capaci di amare
proprio perchè desideriamo essere amati,
vogliamo qualcosa dall'altro invece di avvicinarci a lui senza pretese e volere solo la sua semplice presenza"
(Milan Kundera)



*****
"Chi se fa l'affari sua campa cent'anni!"
Da ricordare bene, se necessario scriverlo da qualche parte... Quindi ecco qua... Un altro dei miei "famosi" motti...



*****


"Est-ce ma faute si je trouve partout de bornes? [...]
Je cherche un bien inconnu dont l'instinct me poursuit"
(Michel de Montaigne)

*****


Ciò che penso del genere umano potrebbe essere così riassunto:



"Quando Dio ha fatto l'uomo e la donna non li ha brevettati. Così da allora qualsiasi imbecille può fare altrettanto."
(George Bernard Shaw)

"Soltanto l'inutilità del primo diluvio trattiene Dio dal mandarne un secondo."
(Nicolas de Chamfort)

"Non bisogna giudicare Dio da questo mondo, perchè è soltanto uno schizzo che gli è riuscito male."
(Vincent Van Gogh)

"
Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi."
(Albert Einstein)



*****



Chi semina raccoglie,
ma chi raccoglie si china...
... e a quel punto è un attimo...

*****

La tool è tratta da un disegno di Tadahiro Uesugi.
Altre tool interessanti le trovate qui: vale la pena fargli una visita!



*****



*****

DISCLAIMER
Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha, comunque, carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. I commenti anonimi e/o offensivi saranno cancellati. Alcune foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarmi per chiederne la rimozione.

 


Heracleum blog & web tools


 

Diario | Le mie ricette | Ridere fa buon sangue... | Cosa accade? | Fregature | Sfoghi | Dovevo fare la shampista | Pillole di Angel | Prima o poi mi sposo (forse) | Scappo dalla città... | Benvenuti al lazzaretto | Convivenza | Da grande farò la ciclista | Deliri da un matrimonio | Dory | Gnomo in arrivo... | Il karma è avverso | In fuga dalla città | I matrimoni degli altri | La collega dei caffè | La collega logorroica | La sindrome di Becky Bloomwood | Me sta a partì l'embolo | Muff | Nata stanca | Non mi annoio mai | Segni particolari | Serate mondane | Sono in forma: tondo è una forma | Una vacanza da dimenticare | Week end |
 
Pillole di Angel
1visite.

17 luglio 2008

"Detto fatto"

 

Quando ieri sera sono rientrata a casa distrutta dalla folle giornata di lavoro – e dalle continue chiacchiere della collega – ho visto subito qualcosa di strano.
Un volante sul divano.
Un volante bianco, per la precisione.
Cosa ci fa il volante della wii sul nostro divano se non abbiamo giochi che ne richiedano l’utilizzo?
Vedo Angel che mi viene incontro zompettante e sorridente e capisco tutto.
Nella mezz’ora successiva lo guardo allibita mentre tira a lucido tutti i pavimenti di casa… è forse impazzito?
O forse sta cercando di ammansirmi dopo che ha visto il fumo uscirmi dal naso?
La seconda che ho detto.
Ha comprato l’ennesimo gioco: Mario Kart.
(Credo che lo soprannominerò “detto fatto”: il tempo che trascorre dal momento in cui Angel si fissa su una cosa al momento in cui la compra è davvero minimo).
Morale: abbiamo passato la serata a giocare come due deficienti, ad insultarci e a metterci i piedi in faccia – vi assicuro che come ostacolo è garantito.
Non ho vinto neanche una corsa ma mi sono divertita un sacco.
Stasera devo assolutamente ripetere l’esperienza...

(a volte davvero mi chiedo se siamo normali...)




permalink | inviato da Lasegretariaperfetta il 17/7/2008 alle 16:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

16 giugno 2008

Bah...

 

Sarebbe dovuto essere un venerdì come tanti altri, l’anticamera di un week end come tanti altri.
Mi sono perfino concessa di dormire un’ora in più, tanto il capo non sarebbe stato in ufficio.
L’avessi mai fatto.
Angel si è alzato mentre ero ancora a casa, abbiamo chiacchierato, mi ha raccontato euforico la sua serata ed è sparito in salone.
L’ho ritrovato 5 minuti più tardi – quando io ero pronta per uscire – piegato in due sul divano colpito da una contrattura alla schiena.
Ok – ho pensato – ora lo raddrizzo e vado in ufficio”
Seh, proprio, come no.
E’ riuscito a trascinarsi fino in bagno dove è rimasto, aggrappato al lavandino, per l’ora successiva.
Dal momento che ogni movimento era una dolorosa imprecazione ho deciso di lasciarlo lì, aggrappato al lavandino, rinunciando a spostarlo sul letto.
L’unica soluzione sarebbe stata una puntura di Voltaren.
Guardo nella nostra scatola/farmacia: niente Voltaren in fiale.
Mentre mio cognato-mani di fata accorre dall’altra parte della città per fare la puntura al fratello io mollo Angel – sempre aggrappato al lavandino – e inizio il giro delle farmacie per trovare un’anima caritatevole che mi dia le fiale di Voltaren senza ricetta medica.
Inutile dire che la faccia come il didietro e anni di allenamento mi hanno reso una bugiarda da oscar.
Dopo svariati giri torno a casa con il Voltaren e trovo mio cognato in bagno con Angel (che sì, se ve lo state chiedendo, è sempre aggrappato al lavandino!).
Anche dopo la puntura la situazione non migliora… e lì capisco che non andrò in ufficio e che per la terza volta dovrò prendere un giorno di ferie per accudire lo pseudo-marito scatorcio.
(Ma in fondo è tutto allenamento per quando deciderò di riprodurmi…)
Così il week end è trascorso in casa a fare l'infermiera... ne ho approfittato per cucinare, leggere, giocare alla wii davanti ad un Angel pieno di invidia e disintossicarmi dall’ufficio.
Giuro che la prossima volta che vorrò prendere un giorno di ferie non ne parlerò con nessuno… che qua c’è qualcuno che porta sfiga…


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. angel acciacchi

permalink | inviato da Lasegretariaperfetta il 16/6/2008 alle 12:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

11 giugno 2008

Il nostro contributo alla crescita del PIL

 

Ho vinto.
Le ultime camice che Angel si è comprato sono praticamente impossibili da stirare.
Anche dopo averci scaricato sopra il vapore di mezzo contenitore della vaporella le pieghe se ne restano lì quasi a volerti deridere.
Pensando che stessi cercando di fregarlo ha cercato di stirarsele da solo.
Quando ha capito che sarebbe servito un potere superiore ha pronunciato le parole magiche
“dovrò portarle in tintoria”
.
Non aspettavo altro e, ovviamente, ho colto la palla al balzo.
“Seeeenti… visto che anche le altre camicie non se la passano tanto bene dopo essere passate sotto il mio ferro da stiro… che dici se d’ora in poi le camice le porti a stirare in tintoria?”
Ha accettato. Ho vinto.
Quando l’altro ieri gli ho preparato le camice da portare via e gli ho sentito dire
“ma come… non stiri nemmeno quelle?…”
(certo che gli uomini hanno una memoria che va da Natale a Santo Stefano)
ho fatto finta di non sentire e sono uscita dalla stanza.
E lui le ha portate in tintoria.
In realtà, se ci pensate bene, il mio ragionamento si basa semplicemente su una questione di “ottimizzazione”: io sono felice di non dover più sudare e imprecare sulle sue camice, Angel è più contento perché se le ritrova perfettamente stirate senza le numerose pieghette che – ahimè – non riuscivo a debellare, diamo lavoro alla tintoria contribuendo alla crescita del PIL e al miglioramento dell’economia italiana… insomma, ci guadagnano tutti
(un po’ meno Angel che se le deve pagare da solo, ma non si può avere tutto dalla vita, no?)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Angel Convivenza

permalink | inviato da Lasegretariaperfetta il 11/6/2008 alle 13:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

27 maggio 2008

Serate di massima espressione maschile

 

Stamattina Angel è più acido di uno yogurt andato a male.
Non ci si può scherzare né parlare.
Ha preso d’acido non appena gli ho detto che stanotte russava come un trombone. Ha continuato anche dopo che gli ho assestato un paio di gomitate per farlo smettere.
Non sono abituata, in genere il trombone di casa sono io, sentir russare qualcun altro mi da fastidio, mi disturba il sonno.
“Ti ho preso che eri un fiore, sembravi un modello… ormai sei sbragato, pelato e russi pure!”
Si è incazzato. Non capisco perché.
Eppure, leggendo tra le righe dovrebbe cogliere le mie parole d’amore… o no?
Comunque ha iniziato a farneticare dell’aria condizionata che non funziona
(non me ne può fregar di meno)
e del fatto che ha pulito i pavimenti di casa.
Embè?
A parte il fatto che ho lavato tutta casa sabato scorso, c’è da dire che il signorino i pavimenti li ha puliti per sé, mica per me.
Già, perché lui ha invitato i suoi colleghi per un barbecue da noi giovedì sera.
E quando mi ha reso partecipe dell’iniziativa ha sottolineato “siamo tutti uomini…”  che tradotto è “perché non ti trovi qualcosa da fare giovedì sera e ci lasci liberi di parlare, dire porcate e ruttare senza preoccupazioni?”
Carino…
Per fortuna giovedì dovrei andare a quell’anteprima.
E se così non fosse troverò qualcos’altro.
Non sia mai che debba rimanere a casa a limitare la loro libertà d’altissima espressione maschile.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Angel Convivenza

permalink | inviato da Lasegretariaperfetta il 27/5/2008 alle 12:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

20 maggio 2008

La fiera dell'inutile



Per far felici i propri bambini le mamme li portano al parco giochi.
Li osservano giocare, ridere, correre da una parte all’altra con un’espressione divertita e appagata.
Per far felice Angel io lo porto al LIDL.
Lo osservo girare tra gli scaffali, sparire, riapparire con le braccia piene di roba che poi riversa nel carrello.
Lo osservo girovagare con l’espressione beata nella sua personale “fiera dell’inutile”, perchè al Lidl può dare sfogo alla sua mania da acquisto compulsivo, tanto lì costa tutto poco.
Così, mentre normalmente lo fulmino con lo sguardo quando tenta di mettere qualcosa di “inutile” nel carrello, ieri l’ho lasciato fare arrivando alla cassa con il carrello pieno di roba
(per la maggior parte – appunto – inutile).
Non sembrava davvero il carrello di una ragazza a dieta, pieno com’era di alcolici, salumi, formaggi, superalcolici, piadine, biscotti, sfogliatine… ma anche di frutta, verdura e detersivi.
A proposito della dieta: ho raggiunto il peso forma.
Tra cyclette, mountain bike e wii fitness mi sento rinata, rigenerata, leggera e scattante (vabbè, magari ho esagerato un pochino… però mi sento bene ecco).
L’obiettivo è di rientrare nei pantaloni di 3 anni fa (questa cosa mi sa tanto di “come eravamo”…) e ci sono quasi riuscita con grande soddisfazione mia, del wii/personal trainer e dei suddetti pantaloni che non si sgarreranno più (almeno spero).


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Angel Acquisti intelligenti

permalink | inviato da Lasegretariaperfetta il 20/5/2008 alle 14:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

20 marzo 2008

E' guarito...

Angel è guarito.
E’ guarito ieri sera per l’esattezza.
Me ne sono accorta nel momento stesso in cui ha ricominciato a rompere le scatole
“…quasi quasi ti preferivo in stato vegetativo nel letto…”
Ha ricominciato, sì.
Sono proprio di ieri sera le due perle Angeliane che sento la necessità di riportare qui.
Faccio prima un sunto della condizione in cui sono arrivata a casa ieri sera.
La mattina sono arrivata in ufficio di corsa, dopo aver guidato come una pazza e aver battuto il record dei 20 minuti casa-ufficio.
Ero uscita tardi di casa per aver fatto una spremuta d’arancia al moribondo, avergli bagnato la suppostina di tachipirina, aver caricato la lavastoviglie per non fargli trovare il mucchio selvaggio nel lavello.
Dopo una massacrante giornata di lavoro sono uscita dall’ufficio, sono passata in farmacia (per la seconda volta in due giorni) e poi al supermercato (per la seconda volta in due giorni).
Tornata a casa mi sono messa una mano sulla coscienza ed ho avviato la lavatrice che ormai aveva fatto i funghi. Ho fatto il bucato a mano, ritirato e piegato i panni stesi e improntato la cena.
A questo punto della mia giornata la prima perla: “che dici, cambiamo le lenzuola visto che ci ho sudato un bel po’?”
Ora.
La parola su cui soffermarsi è CAMBIAMO.
Ecco, questo è un caso lampante di pluralia majestatis. Sì perchè in realtà le lenzuola avrei dovuto cambiarle IO. Quindi l'esatta traduzione della sua "proprosta" è: CAMBI le lenzuola?
E tu, donna di scarsa comprensione, vuoi forse farlo affaticare dopo che ha avuto la febbre alta per due giorni? Ma certo che no!
E quindi cambia le lenzuola, incollati piumone, copriletto, cuscini e compagnia bella.
E mentre fai tutto questo lui esordisce con la seconda perla: “certo che i pavimenti fanno proprio schifo…”
Credo di averlo fulminato senza neanche guardarlo.
Alla mia lapidaria risposta “tappati gli occhi e resisti”  ha biascicato qualcosa sul fatto che “no, certo, non volevo dire che devi fare anche questo…”  e poi si è eclissato. Ottima decisione.
Poco fa mi chiama in ufficio: vorrebbe il succo di frutta perché quello che gli ho comprato due giorni fa è finito e lui ancora fa fatica a bere l’acqua.
Il che significa che anche oggi, per il terzo giorno di seguito, dovrò passare al supermercato.
Stavo quasi pensando di prenderci la residenza… Il pescivendolo penserà che mi sono innamorata di lui…
E del resto come resistergli tra filetti di persico, cozze e calamari?

15 febbraio 2008

Ho un cupido sulla coscienza

 

Povero Cupido.
Ieri, nonostante fosse la sua giornata, si è dovuto accontentare di una cenetta casalinga dopo un’interminabile mole di lavoro (per me) e una passeggiata in bici tra ruscelli e cascate (per Angel)
(Ma vaf#!*#!!)
Alle 22.00 ero a letto con la bolla al naso.
La verità è che della giornata di San Valentino non mi interessa proprio niente di niente.
Da almeno 15 anni.
Cambiando discorso…
Ieri Angel è andato a fare la spesa da solo e di sua spontanea iniziativa…
Avete mai notato la composizione della spesa degli uomini?
Avete mai dato un’occhiata al frigorifero e alla dispensa dopo le loro incursioni al supermercato?
Nel mio frigo ora c’è una cassetta di birra, una busta di insalata, una di piadine, formaggio da spalmare e pancetta affumicata.
Mentre la dispensa ora è piena di merendine, biscotti e tonno.
Insomma… niente da cucinare…
Ringrazio il cielo che si è ricordato di prendere il latte e il pane… un po’ meno il fatto che al posto del limoncello abbia comprato la crema di limoncello.
Per sua fortuna io bevo ogni cosa.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Angel Convivenza

permalink | inviato da Lasegretariaperfetta il 15/2/2008 alle 13:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

23 gennaio 2008

Il piccolo idraulico



A casa nostra non ci si annoia mai. Ma proprio MAI.
A casa nostra fare programmi è una fatica inutile, perché tanto sono – quasi ogni volta – destinati a saltare o a subire modifiche e/o ritardi.
Ieri ad esempio Angel – dopo essere tornato da Media World senza la scopa elettrica che voleva ed aver annunciato che senza di quella non avrebbe più pulito i pavimenti di casa (che già non se la passano tanto bene) – ha pensato bene di allagare la camera da letto.
E che sarà mai, direte voi.
In camera da letto c’è il parquet, vi risponderò io…
Ecco, ora vi è chiara la situazione?
Da qualche giorno Angel si diverte a giocare al piccolo idraulico e a cambiare le valvole dei termosifoni di casa (quelle che c’erano non avevano nulla che non andava, lo giuro).
Ieri la catastrofe.
Dal salone ho sentito uno scroscio d’acqua accompagnato dalle urla e imprecazioni di Angel.
Il pavimento era completamente coperto d’acqua.
Ho passato la mezz’ora seguente ad asciugare con stracci, asciugamani e phon e a sentir recitare tutto il rosario, ma proprio tutto eh?! Non sapevo che ci fossero così tanti Santi…
Comunque.
Considerato che il giorno prima voleva mettere le mani sulla caldaia che perdeva – per fortuna sono riuscita a scongiurare il pericolo – direi che non è andata poi così male.
E ho scoperto che l’esercizio fisico mi tranquillizza e mi da equilibrio psichico: sono riuscita a non infierire ed ho mantenuto un pacifico mutismo.
Del resto in certe occasioni le parole sono superflue.
Il piccolo idraulico ha capito perfettamente che AVEVO RAGIONE IO.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Convivenza Angel

permalink | inviato da Lasegretariaperfetta il 23/1/2008 alle 13:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
sfoglia
giugno